MUSEO CIVICO - TORRE PALLOTTA

   

IL MUSEO CIVICO

Istituito nel 1980 e allestito nelle antiche sale del Convento, è tra i più prestigiosi Musei Civici meridionali. È diviso in settore Medievale e settore Domenicano per un totale di 5 grandi sale.Oltre ad opere dei maestri toscani del '300 (famoso il S. Ladislao di SIMONE MARTINI) il museo ospita anche opere di Pietro Negroni, della scuola di Antonello da Messina, di seguaci di Nino Pisano e Francesco Solimena ecc. nonchè una ricca raccolta di paramenti sacri, reliquari, croci astili, busti processionali ecc.                             Tra le opere più importanti ricordiamo:                                     SIMONE MARTINI                                                           Tavoletta in legno intagliato e su sfondo oro raffigurante San Ladislao, re d'Ungheria.                                                               BERNARDO DADDI                                                           Probabilmente opere giovanili di BERNARDO DADDI, altro noto esponente del '300 toscano, facevano forse parte di un trittico con una dispersa Madonna col Bambino.                                                                  TAVOLETTE IN ALABASTRO (Sec. XIV)                                             Sono due finissime tavolette scolpite a bassorilievo, frutto (secondo gli storici dell'arte) del lavoro di artigiani di atelier francese o provenzale della prima metà del 1300.                                                 ALTAROLO CON STORIE DELLA PASSIONE                                         L'opera è da ricondurre alla committenza della Contessa Cobella Ruffo, che agli inizi del 1400 commissionò a Napoli questo splendido altarolo, forse giunto a noi incompleto.                                                            MADONNA DELLE PERE                                                          Quadro molto noto tra turisti, visitatori ed appassionati d'arte per le strane caratteristiche pittoriche, viene da alcuni attribuito al Calabrese Paolo di Ciacio.                                                                      MADONNA COL BAMBINO                                                          Bella tavola cinquecentesca, è stata attribuita dai più all'importante pittore calabrese Pietro Negroni.

TORRE PALLOTTA

Alta circa 25 metri, dalla possente e massiccia mole, la Torre deve la sua origine ai Normanni, che quasi certamente ne edificarono il primo nucleo intorno al 1050. La Torre fu successivamente rimaneggiata da un certo Guglielmo Pallotta, signore Feudale, ed ulteriormente migliorata sotto Filippo Sangineto. Caratteristica la bella bifora in pietra con arco a tutto sesto e colonnina prismatica. Dotata di cisterna per l'approvvigionamento idrico, fu per lungo tempo la principale struttura difensiva del borgo medievale. Abitata fino agli inizi del secolo, si è mantenuta in buone condizioni, pur avendo perso la merlatura. Acquistata dal Comune da privati cittadini negli anni '80, la Torre è stata restaurata ed oggi viene utilizzata come Pinacoteca, con sale e spazi utilizzati per allestire mostre e personali.

 Altomonte Informazioni  Tel. 0981.948804 Tel. 0981.948041 Dista da Civita Km 35.